Dec
29

Pinturault: “La più bella combinata della mia carriera”

ALEXIS PINTURAULT (Fra) – il vincitore

“Non ho mai disputato una combinata a questo livello, difficile, durissima. Ma sono orgoglioso di essermi mosso al massimo livello. Sì, ho disputato una grande gara. In superG ho preso dei rischi, ma sono riuscito a realizzare tutto quanto mi ero prefisso. Sapevo alla vigilia che io e Hirscher saremmo stati vicini dopo il superG, era fondamentale mantenere la massima concentrazione. In un certo senso non capisco il disinteresse che a volte circonda la supercombinata. Con questa formula è una gara ancora giovane, ma già si gareggia ad altissimo livello, c’è spettacolo. Comunque la mia stagione ha preso la direzione giusta dopo un avvio complicato. Ora ho trovato equilibrio, fra riposo, allenamenti e gare, posso solo migliorare”.

MARCEL HIRSCHER (Aut) – secondo

“Dopo l’esito del superG di martedì non avevo grande fiducia in un buon risultato. La pista Compagnoni è difficile per la prova veloce e speravo solo di riuscire ad entrare nei primi 20. Non ho nelle gambe tanto allenamento in superG, quindi dopo la prova ero estremamente soddisfatto ed ero convinto che nello slalom sarebbe stato un duello con Pinturault. Sapevo che era qui per vincere. Sono stanco, mi risposo qualche giorno, ci rivediamo a Zagabria”.

ALEKSANDER KILDE (Nor) – terzo

“Del terzo posto sono orgoglioso, ma la cosa più importante è aver trovato in superG le sensazioni che inseguivo dall’inizio della stagione. Cercavo una gara pulita e all’attacco come mi è riuscito. La Norvegia? Sì, un avvio di stagione fantastico. E’ un onore fare parte di questo gruppo, ogni giorno si impara qualcosa”.

Dec
29

Pinturault batte Hirscher nella combinata di Santa Caterina

Ragazzi, che duello! Il francese Alexis Pinturault batte in una sfida all’ultimo palo Marcel Hirscher e lo lascia a 34 centesimi di secondo. Terzo il norvegese Aleksander Kilde, il più veloce in mattinata nel superG, a 1”13.

Ma i due fuoriclasse la prova più convincente la forniscono nella prova veloce, quella sulla carta a loro più sfavorevole. Sono infatti secondo e terzo dopo la prova veloce, capaci di sfruttare al meglio un disegno, del tecnico francese Fournier, più vicino al gigante che alla discesa.

E sul ghiaccio vivo della pista Deborah Compagnoni di Santa Caterina Valfurva Pinturault e Hirscher hanno dato il meglio per tecnica e coraggio. Lo slalom, disegnato dall’allenatore norvegese Mazuir, era abbastanza semplice, ma solo Kilde è riuscito ad approfittarne, Kjetil Jansrud infatto si è ritirato.

Lontano gli italiani. Si sperava in Dominik Paris, quinto dopo il superG, ma purtroppo l’azzurro è uscito nello slalom dopo una partenza coraggiosa. Il migliore è Peter Fill, 17°, autore di una buona manche di slalom dopo aver parzialmente fallito il “suo” superG. In classifica anche Luca De Aliprandini. 26° nonostante un solo giorno di allenamento fra le porte strette. Spiace invece per Innerhofer, caduto in superG: si teme una distorsione al ginocchio

Si chiude così la kermesse di Santa Caterina Valfurva. Purtroppo il vento ha costretto all’annullamento della discesa, ma la pista Compagnoni è già stata promossa nel gotha dei templi della velocità.

Dec
29

Missile Kilde nel SuperG della Combinata – Alle 14 si chiude con lo slalom

Il 24enne norvegese Alex Kilde è il più veloce nel superG della combinata sulla pista Deborah Compagnoni di Santa Caterina Valfurva (Sondrio). Con 1’32”65 ha inflitto un distacco di 84 centesimi di secondo al francese Alexis Pinturault e 1”12 allo svizzero Mauro Caviezel.

Kilde ha costruito la sua grande prova nei curvoni all’ombra subito dopo la partenza e lo ha corroborato nel tratto finale nel bosco. Grande precisione di linea ed un atteggiamento molto deciso sono stati le chiavi della sua prestazione.

Dominik Paris, quarto a 1”13 dal norvegese è il migliore degli azzurri, sottotono invece Peter Fill.

Ma siamo solo a metà strada, alle ore 14 prende il via lo slalom che stilerà la classifica finale.

Dec
28

Start list – Combinata

Scarica la start list della gara di combinata alpina

Dec
28

TROPPO VENTO A SANTA CATERINA, ANNULLATA LA DISCESA

La discesa della Coppa del Mondo maschile, la terza della stagione, sulla pista Deborah Compagnoni è stata cancellata. Una decisione sofferta, che annulla mesi di lavoro per rendere la pista perfetta e palcoscenico di uno spettacolo di altissimo livello.

Perfetta la Compagnoni lo era, come ha dimostrato anche ieri il recupero del superG cancellato a Lake Louise (Canada), ma nessuno può fermare il vento. Un vento maligno da nord che ha cominciato a spirare nella notte. Raffiche sino a 120 km/h che hanno pure sbalzato dai trabatelli due delle 22 telecamere sul percorso.

“Abbiamo provato in tutti i modi – spiega il direttore della Coppa del Mondo maschile Markus Waldner – ed è un peccato perché la pista era stata preparata in modo strepitoso. Siamo saliti in cima all’alba, abbiamo abbassato il cancelletto alla curva Daytona, avvio ieri del superG, posticipato la gara due volte ma tutto è stato inutile. Peccato davvero, sarebbe stata una grande discesa”.

“Abbiamo pensato – continua Waldner – anche di posticipare questa prova a venerdì 30, ma non è stato possibile: Non è facile in questo periodo di altissima stagione trovare le camere necessarie e oltretutto le squadre statunitense e canadese hanno già in tasca per quella data i biglietti aerei per tornare a calendario di Coppa non permette altri inserimenti di prove veloci”. Domani quindi è in programma la combinata, con partenza del superG alle 10.30 e lo slalom alle 14.

Dec
27

Start list Discesa Libera

Scarica la start list della discesa libera di Santa Caterina

Dec
27

Conferenza stampa 27/12 – SuperG Santa Caterina

Le parole di Kjetil Jansrud, Hannes Reichelt e Dominik Paris.

Dec
27

JANSRUD: UNA SORPRESA, ERO AMMALATO PARIS : FIDUCIA IMPORTANTE PER LA DISCESA

Queste le dichiarazioni in conferenza stampa dei protagonisti

KJETIL JANSRUD (Nor), primo
“Sono davvero sorpreso, perché su questa pista non sono mai riuscito ad esprimermi al meglio. La scarsa luce della parte alta mi ha sempre intimorito. Oltretutto sono un poco influenzato. Questa vittoria è un buon viatico per la discesa.
Io come Hermann Maier? Tre vittorie consecutive in superG sono incredibili. Ero già contento di due, è un grande onore essere accostato a Hermann. Ma alla storia penserò solo a carriera finita”.

HANNES REICHELT (Aut), secondo
“Per me è un risultato importantissimo dopo l’intervento chirurgico alla schiena di settembre. Pensavo di tornare competitivo solo a gennaio, invece ho bruciato i tempi, ottimo considerando che i Mondiali sono fra sei settimane. Per me ed il resto della squadra austriaca è stata fondamentale la vittoria di Franz in Gardena. Questa Compagnoni è una pista splendida, che esalta il superG. Ho sbagliato due curve nella parte alta, non ho preso tutti i rischi, ma solo in fondo sono riuscito ad attaccare come dovevo”.

DOMINIK PARIS (Ita), terzo
“Sono davvero contento di questo terzo posto, anche perché non ho disputato una grande prova della discesa. Dopo la debaclé in Gardena non era facile trovare il ritmo giusto di sciata. Ora la discesa, non ripeterò gli errori commessi in prova”.

Dec
27

IL SUPERG DI SANTA CATERINA A JANSRUD CONTINUA LA DITTATURA DEL NORVEGESE

Continua la dittatura del norvegese Kjetil Jansrud in superG: dopo Val d’Isere e Gardena domina anche a Santa Caterina. Tre piste diverse per velocità e caratteristiche, tre piccoli capolavori. Con 1’30”88 Kjetil precede di 60/100 di secondo l’austriaco Hannes Reichelt e di 65/100 il nostro Dominik Paris.

Il segreto del norvegese sta, oltre che nei grandi fondamentali tecnici, nella morbidezza e scioltezza dei suoi movimenti, una chiave fondamentale su una pista complessa come quella valtellinese. “Sono stato davvero veloce nella parte alta – ha detto Jansrud – sotto ho cercato solo di sciare bene, non commettere errori”.

Un bel superG quello disegnato dal valdostano ex azzurro , Eric Seletto, ora allenatore dei francesi, che ha sfruttato al meglio le asperità della pista Deborah Compagnoni. Chiuso nella parte iniziale veloce nella seconda metà, l’ideale per evidenziare il talento. L’ordine d’arrivo finale non mente. Deluso il leader della classifica di Coppa, l’austriaco Marcel Hirscher, fra gli ultimi a 3”43 da Jansrud.

Dagli altri azzurri si aspettava di più Se ha sorpreso De Aliprandini, 17° alla fine a 1”76, erano attesi Innerhofer e Fill. Ma ha sentito una folata di vento contrario nella parte alta ed ha rimediato 1”80 di distacco alla fine, Peter Fill addirittura è precipitato a 3”03 dal vincitore, dopo aver completamente perso il ritmo nella parte finale anche per uno sci rovinato da una pietruzza. Ma la possibilità di rivincita è dietro l’angolo, già domani con la discesa (ore 11.45), la più spettacolare e avvincente della Coppa del Mondo.

Dec
26

Start list Super-G del 27 dicembre 2016

Domani alle 11.00 si terrà la gara di Super-G, recupero da Lake Louise.

Scarica la start list a questo indirizzo:  http://bit.ly/2iwTSNd

Post precedenti «

  • Questo sito utilizza cookies, clicca su OK per acconsentire
  • OK
  • Leggi di più