Jan
05

Starting list slalom maschile

Scarica la starting list dello slalom speciale maschile del 6 gennaio 2016

Jan
05

Alla bella Loeseth lo slalom di Santa Caterina

La 26enne norvegese Nina Loeseth, sotto gli occhi di Alberto Tomba che l’ha premiata sul podio, ha centrato nello slalom di Santa Caterina Valfurva la prima vittoria in Coppa del Mondo dopo 3 podi, di cui due in questa stagione, seconda nel gigante di Courchevel (Fra) e terza nello slalom di Are. Ha preceduto la ceca Sarka Strachova (Zarobska prima del matrimonio) di1”12 e la slovacca Veronika Velez Zuzulova di 1”37. E’ la nona vittoria norvegese in questa stagione.

La Loeseth è stata la più veloce in entrambe le manche come solo le grandi atlete sanno fare. E non era facile su due tracciati difficili da interpretare, abbastanza lenti in cui le atlete erano continuamente costrette a variare il loro assetto sugli sci per i continui cambi di pendenza. La norvegese, partita con il numero uno ha intepretato la gara in modo volitivo, dando sempre continuità alla sua azione La leader della classifica, , della specialità, la svedese Frida Hansdotter si è classificata quinta a 2”12 dopo il nono posto della prima discesa, la novità stagionale, la slovacca Vhlova è uscita di scena nelle prime porte della prima manche.

Giornata nera per le azzurre. Solo Manuela Moelgg si è classificata per la seconda manche, 26a, ma con un distacco abissale, 2”52 dalla leader, la norvegese Nina Loeseth. Ha provato ad attaccare nella seconda, ma a metà si è praticamente fermata ed alla fine si è classificata 24a. Non sono invece giunte al traguardo della prima manche Chiara Costazza, Irene Curtoni (colpita nella notte dall’influenza) e la giovane Federica Sosio, mentre Federica Brignone e Roberta Midali non si sono qualificate.

Domani tocca allo slalom maschile (manche sempre alle ore 10 e 13) con il grande duello fra il norvegese Henrik Kristoffersen e l’austriaco Marcel Hirscher. L’Italia si affida soprattutto a Giuliano Razzoli e Stefano Gross. In pista anche ad Andrea Ballerin, Manfred Moelgg, Roberto Nani, Patrick Thaler, Riccardo Tonetti e il lecchese Tommaso Sala, esordiente in Coppa del Mondo. Lo slalom maschile di S. Caterina sarà trasmesso in diretta su RaiSport 1 ed Eurosport.

 

Credits img: fisalpine

Jan
04

Domani slalom femminile

La Coppa del Mondo riparte da dove aveva concluso il 2015. A Santa Caterina Valfurva (Sondrio) domani e mercoledì si riprende con gli slalom originariamente in programma a Zagabria, annullati per mancanza di neve. Si gareggia sulla parte finale della pista Deborah Compagnoni già perfettamente preparata per la discesa maschile disputata il 29 dicembre.

Le nevicate delle ultime ore non  hanno compromesso la qualità del fondo che, rispetto alla discesa, è stato ulteriormente barrato per garantire la massima regolarità nella due giorni di gare. Le squadre femminili sono arrivate oggi a Santa Caterina, alcune, come quella canadese erano già in loco per allenarsi.

Domani andrà in scena lo slalom femminile, il quinto della stagione, con manche alle ore 10 e alle 13. Infront, che produce le immagini televisive, ha posizionato sulla pista valtellinese 15 telecamere, mentre la sedicesima sarà utilizzata per le slow motion. La pista è lunga 750 metri per un dislivello di 200. La zona di riscaldamento è stata ricavata a monte del tracciato di gara.

Favorita domani è la svedese Frida Hansdotter, leader della classifica di specialità con 320 punti, e vincitrice dell’ultima prova a Lienz. Ha 100 lunghezze di vantaggio sulla slovacca Petra Vhlova, ma non sarà facile per lei su un tracciato che, in relazione alla pendenza, presenta almeno 5 cambi di ritmo.L’Italia sarà in gara con 6 atlete: Chiara Costazza, Irene Curtoni, Manuela Moelgg, Federica Brignone, Roberta Vidali e Federica Sosio. Ambedue le gare saranno trasmesse in diretta su RaiSport 1 ed Eurosport.

Jan
03

A Santa arrivano gli slalom

Santa Caterina Valfurva (So) è pronta ad ospitare i due slalom di Coppa del Mondo originariamente in programma a Zagabria (Cro) ed annullati dalla Fis per mancanza di neve. Martedì 5 gennaio saranno in gara le donne con le due manche fissate alle ore 10 e alle 13, mercoledì 6 gli uomini con gli stessi orari.

Teatro delle sfide sarà la parte finale della pista Deborah Compagnoni, già palcoscenico il 29 dicembre di una fra le più belle e avvincenti discese delle ultime stagioni di Coppa. Verrà utilizzata la parte finale e, guardando verso monte, gli organizzatori hanno barrato la neve sul lato destro a monte della zona Fank sino al traguardo per poter avere nelle due gare le condizioni più regolari possibili. La pista era già stata preparata alla perfezione per la discesa, si è trattato solo di indurirla ulteriormente. Si parte da quota 1930 sl/m per arrivare a 1730. Duecento metri di dislivello su 750 metri di pista con almeno 5 cambi di ritmo.

Lo slalom femminile, orfano di Michaela Schiffrin ancora convalescente dopo l’incidente al ginocchio di cui è rimasta vittima a inizio dicembre durante il riscaldamento del gigante di Are, dà la possibilità alla svedese Frida Handotter di allungare ulteriormente nella classifica di specialità, ma non le sarà facile contro la donna emergente fra le porte strette, la slovacca Petra Vlhova. L’Italia spera soprattutto in Irene Curtoni e Manuela Moelgg.

Nel giorno dell’Epifania invece sarà lotta dura nello slalom maschile. Le due prove di Coppa sin qui disputate (Val d’Isere e Madonna di Campiglio) hanno visto il dominio del norvegese Henrik Kristoffersen davanti a Marcel Hirscher, ma l’austriaco ha la possibilità di andare in vetta alla classifica generale avendo, dopo la discesa del 29 dicembre, solo 15 lunghezze da recuperare ad Aksel Svindal. Ambedue le gare saranno trasmesse in diretta su Raisport 1 ed Eurosport.

Dec
30

Apertura accredito 5/6 gennaio 2016

Dal 31 dicembre 2015 al 3 gennaio 2016 sarà possibile accreditarsi per gli slalom speciali maschile e femminile che si terranno a S. Caterina Valfurva il 5 e 6 gennaio 2016.

Dec
29

A Santa Caterina diamo i numeri

Credits: Marco Andreola

1 Il vincitore: il francese Adrien Theaux
2 Le giornate di prove cronometrate
3 Il pettorale in gara di Christof Innerhofer
4 Il risultato di SuperInner, da fantascienza sulla Deborah Compagnoni
975 i followers sul profilo Twitter
1010 i followers sul profilo Instagram
4657 i fan della pagina Facebook
6 i mesi di lavoro
80.000 i metri cubi di neve prodotti
1005 i metri il dislivello
3100 metri la lunghezza della pista Deborah Compagnoni
0,50 metri lo spessore della neve
14 i chilometri di reti B
2 i km di reti A
40 i km di cavi video e audio per la trasmissione tv
22 le telecamere (21+1 per slow motion)
80 le persone coinvolte nella produzione televisiva
120 gli uomini impegnati in pista

Dec
29

Gli orari dello slalom di Santa Caterina

La Fis ha ufficializzato gli orari delle manche degli slalom in programma a Santa Caterina Valfurva che recuperano quelli annullati per mancanza di neve a Zagabria. Questo il programma:

MARTEDI’ 5 GENNAIO 2016

Slalom femminile

Prima manche ore 10, seconda manche ore 13

MERCOLEDI’ 6 GENNAIO

Slalom maschile

Prima manche ore 10, seconda manche ore 13

Dec
29

Theaux domina a Santa Caterina – Innerhofer da fantascienza

Christof innerhofer - Credits Marco Trovati (Pentaphoto)

Meno male che qualcuno un anno fa definiva la Deborah Compagnoni “una pista da donne”. Forse lo era, ma le ultime modifiche e anche la tracciatura dell’ex campione austriaco Hannes Trinkl l’hanno resa difficile, drammatica e affascinante. Una pista difficilissima, ricca di rughe e difficoltà tecniche di ogni tipo. Non poteva insomma emergere un atleta qualunque, ma solo che possiede un bagaglio tecnico

Ha vinto il francese Adrien Theaux, 31 anni, in 1’47”29 che ha inflitto 1”04 di distacco all’austriaco Hannes Reichelt e 1”15 sul compagno di squadra David Poisson. Il dominatore sino a questo punto della stagione della discesa, il norvegese Aksel Svindal, non se l’è sentita di prendere tutti i rischi e si è classificato settimo a 1”61 dal vincitore. Ancora più lontano il suo compagno Kjetil Jansrud, 21° a 2”87, incapace a dominare le gobbe della Compagnoni.

Ma il vero eroe della giornata è l’azzurro Christof Innerhofer, quarto alla fine a 1”22 da Theaux, a soli 7/100 di secondo dal podio. Poteva vincere, stava attaccando a tutta, era in vantaggio, ma poco prima del salto delle reti ha infilato la testa in una porta. Nell’impatto ha divelto la porta, il telo fosforescente si è incastrato nel gancetto dei suoi occhiali trascinando con sé un palo. Quel palo il finanziere azzurro se l’è trascinato per una ventina di secondi, sino alla curva Gimondi nel bosco, ma il telo ha potuto levarselo di torno solo al traguardo una volta fermo. Un grande freno aerodinamico, ma soprattutto l’impatto gli ha spostato gli occhiali. L’aria gelata negli occhi a oltre 100 all’ora è terribile. Inner ha risistemato come poteva le lenti. E’ stato grandissimo, anche perché, nonostante l’inconveniente, non ha mai smesso di attaccare, a dimostrazione che credeva nella vittoria. Una sfortuna nera, ma ora pure lui sa che sulle piste tecniche, dove è necessaria un bagaglio sopraffino, si è completamente ritrovato.

Ma tutta la squadra azzurra è stata sfortunata. Pure Peter Fill stava sciando alla grande, aveva ottimi tempi intermedi, ma nella parte alta ha perso un sci e si è ritrovato a terra. Anche Dominik Paris poteva ambire al podio, ma nella parte finale, alla curva Gimondi, ha sovrapposto le punte degli sci ed ha rischiato di cadere compromettendo la sua prova. In classifica alle spalle di Innerhofer 12° Werner Heel a 1”91, 21° Mattia Casse.

Dec
29

Grande festa in piazza!

Credits: Ivan Carabini

Tanta gente, sorrisi e gioia hanno accolto gli atleti nella consueta estrazione pettorali che precede il giorno della gara.

L’appuntamento con la quarta discesa libera della stagione è fissato per oggi  alle 11.45. Diretta su Rai Sport 1 e Eurosport.

 

Credits immagini: Ivan Carabini e Marco Andreola

Dec
28

Start list della discesa libera di Santa Caterina

La quarta discesa di Coppa del Mondo maschile è in programma domani alle 11.45.

Vedi la start list

Credits img: Marco Trovati – Pentaphoto

Post precedenti «

» Post successivi

  • Questo sito utilizza cookies, clicca su OK per acconsentire
  • OK
  • Leggi di più