STORIA

La pista Stelvio è stata inaugurata nel 1982 in occasione della prima edizione delle World Series, la manifestazione che anticipava la stagione della Coppa del Mondo di sci. Il debutto vero e proprio della pista è coinciso invece con i riuscitissimi Mondiali del 1985 nei quali si imposero campioni del calibro dello svizzero Pirmin Zurbriggen, oro in discesa e in combinata, e la connazionale Michela Figini che si impose nella libera. In casa azzurra una sola medaglia, quella di Paoletta Magoni, bronzo nello slalom speciale.

Dal 1993 l’ormai famosissima Stelvio è diventata poi teatro di sfide emozionanti e, a volte, incredibili nella tradizionale discesa libera di fine anno valida per la Coppa del Mondo di sci maschile. E non solo: a Bormio infatti in diciannove gare si sono sfidate anche le regine del circuito bianco. Tanto che nel 2005, esattamente vent’anni dopo, Bormio ha di nuovo ospitato con successo i Mondiali di sci alpino. Per capire il valore di questa rassegna iridata di Bormio basta scorrere l’elenco dei vincitori delle singole gare del Mondiale cominciando dai due campionissimi che hanno segnato la storia dello sci di inizio secolo. Ovvero l’introverso e funambolico Bode Miller, oro in discesa e superG, e il Terminator, l’imbattibile Hermann Maier, che si è aggiudicato il gigante valtellinese. Di tutto e di più: un altro fenomeno di quegli anni, l’austriaco Benjamin Raich ha centrato la doppietta in slalom e combinata. Anche tra le donne soltanto le regine delle singole specialità hanno conquistato il massimo alloro. E cioè la croata Janica Kostelić, oro in combinata, slalom e discesa, e l’altra fuoriclasse, la svedese Anja Pärson che ha bissato in gigante il successo in superG. Decisamente meglio rispetto a vent’anni prima sono andate le cose in casa Italia con le medaglie d’argento conquistate da Lucia Recchia in superG e da Elena Fanchini in discesa, e le medaglie di bronzo che Giorgio Rocca si è infilato al collo al termine dello slalom e della combinata.

  • Questo sito utilizza cookies, clicca su OK per acconsentire
  • OK
  • Leggi di più