«

»

Dec
21

Prove di Santa Caterina, Reichelt mette tutti in fila

Si sono conclusi a Santa Caterina gli allenamenti dei velocisti italiani, austriaci e canadesi sulla pista Deborah Compagnoni di Santa Caterina Valfurva, che martedì 29 dicembre ospiterà la quarta discesa della Coppa del Mondo maschile. Stamane gli atleti hanno potuto percorrere tutta la pista, dai 2750 metri dalla cresta Sobretta sino ai 1745 del traguardo. Una picchiata che a detta di tutti gli atleti si è mostrata molto impegnativa.

Altro che una pista per donne“, ha sbottato Dominik Paris. Per l’austriaco Hannes Reichelt è tecnicamente e fisicamente molto impegnativa: “Non ti lascia un attimo di fiato“. Sì, la Deborah Compagnoni con i lavori eseguiti in estate ha elevato i suoi contenuti tecnici, contenuti valorizzati anche dalla tracciatura del responsabile Fis Hannes Trinkl.

La velocità è infatti notevolmente aumentata: dall’1’53” delle prove del dicembre dello scorso anno, stamane, il più veloce, l’austriaco Hannes Reichelt, ha impiegato 1’48”06 per giungere al traguardo. Domenica gli uomini jet avevano potuto sciare sulla parte alta della pista per lasciare uno sfogo ai turisti in quella bassa. E ieri questa parte bassa nel bosco si è rivelata particolarmente complessa. “Ci sono molti dossi e curvoni difficilissimi, come quello della zona Fank che in gara potrebbe risultare determinante. Un cambio di direzione verso destra che immette in una contropendenza dove puoi perdere molta velocità nell’ultimo strappo prima del traguardo“, ha spiegato Christof Innerhofer.

Gli atleti torneranno a Santa Caterina il 26 dicembre in vista delle prove che inizieranno il giorno successivo. Ieri a Santa Caterina sono arrivate anche le velociste azzurre per allenarsi tre giorni in superG.

 
Credits img: Marco Andreola

 

  • Questo sito utilizza cookies, clicca su OK per acconsentire
  • OK
  • Leggi di più