«

»

Jan
05

Prima manche nel segno della Shiffrin

PRIMA MANCHE NEL SEGNO DELLA SHIFFRIN

Credits: Marco Andreola - www.flashphoto.it

La Shirley Temple dello sci femminile è stata la più veloce anche nella prima discesa dello slalom di Coppa del Mondo sulla Stelvio – Buona gara di Chiara Costazza (12esima) e di Michela Azzola (23esima) – Seconda manche alle 12.30 tra neve e pioggia

Di Claudio Pea

Nel silenzio del mattino tristemente piovoso i primi scroscianti applausi sono per Massimo Rinaldi e tutti gli uomini del direttore di gara valtellinese. Solo con un miracolo d’efficienza e di buona volontà si è potuta infatti disputare la prima manche dello slalom speciale di Coppa del Mondo. La pista dello Stelvio ha incredibilmente tenuto sin quasi alla discesa delle prime trenta concorrenti se è vero, come è vero, che la svedese Maria Pietilae-Holmner, scesa col pettorale numero 13, è riuscita lo stesso a piazzarsi a soli 3 centesimi di secondo dalla più veloce di tutte che, tanto per cambiare, è stata nella prima discesa la Shirley Temple dello sci femminile. Ovvero la ragazzina prodigio di Vail che è leader di Coppa del Mondo di slalom e campionessa del mondo in carica. La stellina a stelle e strisce è stata fantastica dopo il ripido della prima parte di gara quando la pista si appiattisce prima del tuffo finale verso il traguardo.  Neve per tutta la notte e ancora neve alla casetta tra i boschi quando alle nove e mezza è partita la formidabile tedesca Maria Riesch che, manco a farlo apposta, ha realizzato lo stesso tempo di Tina Maze che è scesa subito dopo di lei. E pioggia battente sul parterre d’arrivo in una giornata particolarmente canaglia con le strade in paese inzuppate d’acqua e fango. Eppure, come si è detto, la prima prova dello speciale di Bormio è andata ugualmente in porto senza particolari intoppi.

“E questa sarebbe la bella Italia?”, ha sorriso la Maria Riesch sempre più donna. “Complimenti agli uomini che hanno lavorato sulla pista”, ha aggiunto Tina Maze finalmente di nuovo sorridente e ancora in corsa per un posto sul podio della Stelvio. “Credevo di sprofondare nella neve e invece la pista non si è rotta e il fondo ha tenuto”, ha confessato all’arrivo la bergamasca Michela Azzola che, col pettorale numero 37, si è brillantemente qualificata per la seconda discesa con il ventitreesimo tempo.

Straordinariamente nessuna concorrente prima della svedese Grass con il 41 ha inforcato. Così come fa notizia il quindicesimo posto di Marlies Schild, ad oltre un secondo da Mikaela Shiffrin e da Marie Pietilae-Holmner. La più grande delle slalomiste di tutti i tempi e vincitrice degli ultimi due speciali di Coppa del Mondo, cioè quelli di Courchevel e Lienz, è scesa con esagerata prudenza e, pur non sbagliando quasi nulla, ha accumulato un distacco importante. Molto meglio di lei è andata la migliore delle azzurre, la Chiara Costazza della Val di Fassa, che non ha voluto rischiare sul piano e lì ha perso quei decimi di secondo che l’hanno relegata al dodicesimo posto. Eppure la ventinovenne di Cavalese era sorridente all’arrivo e soddisfatta della sua prova. “Dopo lo splendido regalo che mi sono fatta a fine anno con il settimo posto di Lienz, adesso mi sembra di essere un’altra: scio bene, sono molto più sicura e ho ritrovato il sorriso perso in tanti anni di bocconi amari e infortuni seri. Lo so, ho un po’ rallentato nella parte centrale della mia discesa, ma pensavo che la pista si squagliasse sotto gli sci e per questo non ho spinto al massimo. E invece avrei potuto farlo perché la pista ha tenuto oltre ogni più rosea aspettativa. Però è certo che nella seconda manche attaccherò a manetta”.

A mezzogiorno e mezzo il via della seconda manche alla quale potranno partecipare solo due azzurre, Chiara Costazza e Michela Azzola. Federica Brignone (41esima), Manuea Moelgg (42esima), Sarah Pardeller (46esima), Marta Benzoni (47esima) e Sabrina Fanchini (52esima) non si sono infatti qualificate tra le prime trenta, ma la pista al loro passaggio si era inevitabilmente sfaldata.

  • Questo sito utilizza cookies, clicca su OK per acconsentire
  • OK
  • Leggi di più